I punti chiave della plenaria

A Strasburgo si è tenuta la plenaria del mese di ottobre in cui il Parlamento europeo ha chiesto più fondi per la tutela del clima, criticato l’operazione militare turca in Siria e votato per proteggere le api.

Brexit

I membri del Parlamento hanno discusso l’accordo Brexit raggiunto tra UE e Regno Unito. La Commissione per gli affari costituzionali ha già iniziato a esaminare l’accordo, ma la maggior parte degli eurodeputati ritiene che il Parlamento dovrebbe votare a riguardo soltanto dopo che il Regno Unito avrà dato la sua approvazione.

Bilancio 2020

Il Parlamento ha approvato il Bilancio UE 2020. Ha rafforzato la proposta di bilancio presentata dalla Commissione aggiungendo oltre 2 miliardi di euro alla proposta della Commissione per la tutela del clima. In più ha previsto un aumento per l’iniziativa per l’occupazione giovanile, Erasmus+, le piccole medie imprese, la ricerca, la digitalizzazione, la migrazione, la politica estera e gli aiuti umanitari. Il Bilancio ora verrà concordato prossimamente, attraverso il processo di conciliazione, tra Parlamento e Consiglio europeo.

Il conflitto in Siria

I membri del Parlamento hanno discusso il recente intervento militare turco in Siria, hanno condannato il governo di Erdogan e richiesto che l’UE adotti delle misure contro la Turchia, quali sanzioni contro i funzionari governativi, l’embargo delle armi e la sospensione degli accordi commerciali o persino dell’unione doganale.

Protezione delle api dai pesticidi

Il Parlamento ha chiesto alla Commissione di elaborare nuove e più severe norme per proteggere le api dai pesticidi e ha bloccato la proposta attuale, che era stata indebolita da diversi stati membri.

Premio Sacharov

Il Premio Sacharov del Parlamento dedicato alla libertà di pensiero è stato assegnato a Ilham Tohti, un economista che lotta pacificamente per i diritti della minoranza uigura. Tohti sta scontando l’ergastolo in Cina per accuse di separatismo. Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha annunciato il vincitore dell’edizione 2019 giovedì 24 ottobre. La cerimonia di premiazione è prevista il 18 dicembre a Strasburgo.

Conclusioni della Commissione guidata da Jean-Claude Juncker

In un dibattito con Jean-Claude Juncker, i membri del Parlamento hanno fatto il punto sul lavoro e i traguardi raggiunti dalla Commissione uscente. Hanno lodato Juncker per aver gestito la crisi economica e migratoria, i negoziati Brexit e per essersi allontanato dalle politiche dell’austerità ma hanno dichiarato che si sarebbe potuto fare di più per il cambiamento climatico e la protezione ambientale così come per le misure per proteggere gli informatori.

Trasparenza fiscale per le multinazionali

Gli eurodeputati hanno chiesto agli stati membri di trovare un accordo sui progetti normativi per obbligare le multinazionali a dichiarare pubblicamente i propri profitti e le tasse pagate in ogni stato membro dell’UE.
La misura mira ad aumentare la trasparenza e scoraggiare il trasferimento degli utili, ma non ha fatto molti progressi in Consiglio.