La Commissione europea ha aperto un bando per le startup e PMI in possesso di tecnologie e innovazioni che potrebbero aiutare a trattare, testare, monitorare o altri aspetti dell’epidemia di Coronavirus.

Visto il contesto le proposte devono essere presentate urgentemente per farle rientrare al prossimo round di finanziamenti del Consiglio europeo per l’innovazione (EIC Accelerator).

La call scade alle 17:00 di mercoledì 18 marzo (ora di Bruxelles). Con un budget di 164 milioni di euro, questo invito è “dal basso verso l’alto”, il che significa che non ci sono priorità tematiche predefinite e i candidati con innovazioni pertinenti al Coronavirus saranno valutati allo stesso modo degli altri candidati (saranno quindi vagliate tutte le progettualità proposte in risposta alla call, dall’ambito Health allo Smart Working e al Distance Learning).

Pertanto la Commissione cercherà di accelerare la concessione di sovvenzioni EIC e finanziamenti misti (che combinano sovvenzioni e investimenti azionari) alle innovazioni pertinenti del Coronavirus, nonché di facilitare l’accesso ad altri finanziamenti e fonti di investimento.

L’EIC sta già supportando una serie di start-up e PMI con innovazioni rilevanti per Coronavirus, che hanno ricevuto finanziamenti nei round precedenti. Ciò include il progetto EpiShuttle per unità di isolamento specializzate, il progetto m-TAP per la tecnologia di filtrazione per rimuovere materiale virale e il progetto MBENT per tracciare la mobilità umana durante le epidemie.

Chi può partecipare

Possono partecipare PMI e start-up di qualsiasi settore, che siano stabilite in uno Stato membro dell’UE o in un paese associato al programma Horizon 2020. Grandi aziende, centri ricerca e scienziati non possono candidarsi direttamente, ma possono partecipare a progetti come subappaltatori o terzi e non devono essere stabiliti in uno Stato membro o in un paese associato.

Cosa finanzia

L’EIC fornisce supporto per l’intero ciclo di business innovation, finanziando lo sviluppo di prodotti, servizi o processi per imprese che necessitano di un’ultima spinta prima di approdare sul mercato. A titolo esemplificativo, sono finanziabili lo sviluppo di prodotti e servizi, prototipazione e convalida, test e market replication.

Come partecipare

Le proposte progettuali dell’ EIC Accellerator possono essere presentate, attraverso il modulo di candidatura elettronico disponibile sul portale Funding&Tenders della Commissione Europea, in qualunque momento e valutate in uno dei tre cut-off in programma: 18 marzo, 19 maggio e 7 ottobre. La proposta sarà valutata dapprima in remoto e, in seconda fase, attraverso un pitch che i candidati selezionati nel primo step dovranno tenere a Bruxelles dinanzi ad una giuria di imprenditori ed investitori.

 

Per info: info@meseuro.com

 

Fonte:ec.europa.eu