Con un tweet, la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen ha annunciato: “L’Italia riceverà 27,4 miliardi da Sure. L’ Europa è con voi”

L’Italia ha ricevuto i primi 10 miliardi di euro in prestiti nel quadro del piano Ue Sure, a supporto di regimi nazionali di riduzione dell’orario lavorativo. Questi aiuti contribuiranno a mantenere posti di lavoro durante la pandemia.

Le erogazioni emesse fanno seguito all’emissione inaugurale da parte della Commissione. Con i “social bond”, per 17 miliardi di euro,  della settimana scorsa, la domanda da parte degli investitori è stata 13 volte superiore all’offerta, e questo ha costituito condizioni di prezzo favorevoli.

Il sostegno finanziario consiste in prestiti concessi dalla Commissione a condizioni favorevoli, ed è finanziato da emissioni di debito sui mercati da parte della Commissione. Il piano Sure può fornire a tutti gli Stati membri che ne facciano richiesta fino a un totale di 100 miliardi di euro. Il Consiglio Ue ha finora approvato un sostegno finanziario di 87,9 miliardi di euro.

La Commissione europea ha quindi erogato in tutto 17 miliardi di euro per la prima tranche del Sure. Anche la Spagna e la Polonia ne hanno beneficiato, la prima con 6 miliardi e la seconda per un miliardo di euro.